I trattamenti che cambiano la tua vita quotidiana

Cambi di stagione: perché in inverno la pelle secca tende a tirare?

L’epidermide è sensibile alle aggressioni esterne. La pelle diventa secca, tira, pizzica, si arrossa... In inverno la pelle è messa a dura prova. Perché?

La pelle è uno scudo naturale che ci protegge dalle aggressioni esterne e ciò influisce sulla sensazione di comfort. In inverno, la pelle secca, tendenzialmente fragile e sensibile è più soggetta a disordini come la sensazione di pelle che tira o rossori. 

Quali sono gli effetti dell’inverno sulla pelle secca? 

In inverno il corpo è esposto al freddo e per mantenere il calore reagisce irrorando gli organi vitali, a discapito dell’epidermide. La vascolarizzazione della pelle rallenta provocando una diminuzione della produzione di sebo, vale a dire di una componente fondamentale del film idrolipidico che costituisce la barriera naturale della pelle. E per finire, l’acqua dell’epidermide si disperde più velocemente. Questo fenomeno riguarda tutti i tipi di pelle, ma colpisce maggiormente le pelli secche, più soggette alla disidratazione.

Inoltre, sulle pelli secche, naturalmente meno idratate, gli effetti si vedono subito. Basti pensare alla sensazione di fastidio causata dalle desquamazioni o dalle piccole chiazze di pelle squamosa: le temute croste invernali. 

 

L’abbassamento delle temperature aggrava ulteriormente la situazione. L’aria diventa più secca, l’epidermide fa più fatica a mantenere un buon livello d’idratazione. I dermatologi chiamano questo fenomeno: perspiratio insensibilis o perdita insensibile d’acqua.

 

Pelle secca, inverno… e calore! 

D’inverno la pelle non diventa secca solo a causa del freddo, ma anche a causa degli sbalzi di temperatura. Il fatto di passare dalle temperature esterne vicine allo zero a quelle più calde degli ambienti interni, si ripercuote sul film idrolipidico che protegge la pelle. I piccoli vasi sanguigni reagiscono agli sbalzi di temperatura dilatandosi e contraendosi. Un’azione continua che li fragilizza e che causa allo stesso tempo l’arrossamento della pelle. Perciò, anche se le temperature esterne sono rigide, surriscaldare gli ambienti interni non è ideale per la pelle secca, che ne risentirebbe. I segnali che dovrebbero far suonare un campanello d’allarme sono: le guance che diventano rosse e una sensazione di «calore» cutaneo. 

 

Quali accorgimenti adottare per idratare la pelle secca durante l’inverno? 

Rossori, irritazioni, pruriti, pelle che tira, l’obiettivo principale durante la stagione invernale è quello di idratare, nutrire e dare sollievo alle pelli secche. È necessario adattare la propria routine di trattamento e mettere nel cassetto le creme più leggere utilizzate durante l’estate. Si consiglia l’applicazione di una crema idratante e nutriente per ripristinare la barriera cutanea. Un accorgimento efficace contro le aggressioni esterne da ripetere mattina e sera (sulla pelle perfettamente detersa). E, naturalmente, occorre prestare un’attenzione particolare alla detersione della pelle, preferendo prodotti delicati come, per esempio, un’acqua micellare idratante.