“I miei brufoli sono molto diversi tra loro”

L’acne è una malattia del follicolo pilosebaceo. Anomalie al cuore di questa struttura cutanea portano alla comparsa dei molteplici sintomi dell’acne, in particolare i brufoli. L’accumulo di sebo e di residui cellulari provoca l’otturazione dei pori e la comparsa di comedoni: comedoni aperti chiamati punti neri e comedoni chiusi chiamati punti bianchi, a seconda del colore della sostanza che contengono.

I comedoni sono molto inestetici e conferiscono alla pelle un aspetto granuloso. I brufoli rossi si sviluppano a partire dai comedoni, oppure direttamente, per effetto della proliferazione del batterio Cutibacterium acnes. I brufoli rossi prendono il nome di papule, se misurano meno di 5 mm, pustole, se sono sormontati da una punta bianca colma di pus, e noduli, se misurano più di 5 mm e vanno in profondità nella cute.

“Ho l’acne su tutto il viso”

L’interessamento del viso è pressoché sistematico in caso di acne, trattandosi di una zona ricca di follicoli pilosebacei, in particolare nella famosa zona T (fronte, naso e mento). L’acne del viso può avere un impatto significativo e piuttosto negativo sulla vita quotidiana, dal momento che i sintomi dell’acne sono, in questo caso, ben visibili e possono influire anche sui rapporti interpersonali.

“Sono stufo dell’acne sulla schiena!”

L’acne sulla schiena interessa gli adolescenti così come gli adulti e può manifestarsi in forma severa, soprattutto nei ragazzi e negli uomini. Sulla schiena, i sintomi dell’acne sono meno visibili rispetto al viso, ma possono comunque rivelarsi molto imbarazzanti, ad esempio durante le attività sportive, in spiaggia o nell’intimità.

“I brufoli mi hanno invaso la fronte e/o il mento”

La zona T del viso include fronte, naso e mento. In presenza di acne, questa zona è molto spesso interessata da iperseborrea, ipercheratosi e infiammazione, vale a dire, i tre ‘pilastri’ dell’acne.

L’acne sulla fronte è un fenomeno molto comune, al pari dell’acne sul mento. I brufoli sulla fronte o sul mento possono essere fonte di notevole disagio, dato che questi inestetismi sembrano attirare gli sguardi molto più del resto del viso. L’impatto psicologico di questo tipo di acne può essere quindi enorme… ma niente panico: esistono soluzioni per contrastare i brufoli nella zona T!

“L’acne mi ha lasciato delle cicatrici”

Le cicatrici sono la conseguenza più temuta dell’acne, perché tendono a notarsi più dei brufoli e sono spesso definitive. Sono, a tutti gli effetti, un sintomo dell’acne. Le cicatrici dell’acne riguardano tutti i pazienti che soffrono di acne severa, ma anche di acne più lieve. Tormentare i brufoli e cercare di farli scoppiare affinché scompaiano più in fretta non fa che aumentare il rischio di cicatrici.

“Come distinguere l’acne dalla rosacea?”

La rosacea, soprattutto nella sua forma papulo-pustolosa, può ricordare molto da vicino alcuni sintomi dell’acne. In caso di dubbio è preferibile consultare un medico, che diagnosticherà acne o rosacea con certezza e proporrà il trattamento più adeguato.

Le nostre routine di trattamento

LA MIA ROUTINE
Viso anti-lucido

Azione idratante e opacizzante sulle pelli grasse con imperfezioni

SCOPRI QUESTA ROUTINE Viso anti-lucido > Mostra la mia routine >

LA MIA ROUTINE
viso anti-punti neri

Agisci sui punti neri e libera e purifica i pori

SCOPRI QUESTA ROUTINE viso anti-punti neri > Mostra la mia routine >

LA MIA ROUTINE
contro le imperfezioni

Azione sulle imperfezioni arrossate

SCOPRI QUESTA ROUTINE contro le imperfezioni > Mostra la mia routine >

LA MIA ROUTINE
viso idratante per pelle disseccata

Azione idratante per la pelle a tendenza acneica sotto trattamenti farmacologici disseccanti

SCOPRI QUESTA ROUTINE viso idratante per pelle disseccata > Mostra la mia routine >

LA MIA ROUTINE
anti-imperfezioni viso per l'adulto

Azione sulle imperfezioni, i segni residui e le prime rughe delle pelli adulte con imperfezioni

SCOPRI QUESTA ROUTINE anti-imperfezioni viso per l'adulto > Mostra la mia routine >
Scopri tutte le routines >