Caduta dei capelli o alopecia: tipologie e cause

La caduta dei capelli, o alopecia, è una patologia capillare dalle numerose tipologie e cause. Ecco tutto quello che bisogna sapere per prendersene cura.

Che cosa è la caduta dei capelli?

Non esiste un solo tipo caduta dei capelli, ma ce ne sono diversi, dalle cause differenti. Le principali vengono classificate come segue dai professionisti della salute:
  • la caduta occasionale, di apparizione improvvisa, chiamata telogen effluvium acuto
  • la caduta progressiva e prolungata, chiamata telogen effluvium cronico
  • la caduta dei capelli dovuta a problemi ormonali, chiamata alopecia androgenetica
  • ed infine, con il passare degli anni, una perdita di densità e di massa capillare, chiamata alopecia senile
Tutte queste tipologie di caduta sono diverse perché sono dovute a differenti cambiamenti del ciclo del capello (ciclo pilifero) e quindi devono essere trattate in modi diversi. La caduta di capelli quotidiana può essere considerata una condizione lieve, ma può causare grande disagio psicologico ai pazienti interessati. Si tratta di un motivo di consulenza frequente in dermatologia. Obiettivo: trovare la causa o le cause della caduta dei capelli. Tuttavia, identificare l'origine di una patologia non è sempre semplice e questo nonostante dei fattori che rimangono comuni.

Focus sulla caduta dei capelli occasionale

Chiamato anche telogen effluvium acuto, costituisce la forma più comune di caduta dei capelli. È caratterizzata dall’ aumento della perdita di capelli che si verifica 3/4 mesi dopo un fattore scatenante. Per questo motivo è anche più comunemente conosciuta come «caduta reazionale». Lo stress, lo shock emotivo, la stanchezza, l'alimentazione squilibrata, la dieta e i cambiamenti stagionali, il periodo post-partum, per esempio, possono esserne all’origine. Il ciclo pilifero viene si altera con conseguente perdita di capelli rapida, diffusa e simultanea. La proporzione di capelli in fase di crescita attiva (fase anagen) passa allora al 70% (vs l’85% del livello fisiologico), mentre quella nel periodo terminale del ciclio di vita del capello (fase télogèn) aumenta di 30% (vs il meno del 10% del livello fisiologico).
Conseguenza: la caduta dei capelli può raggiungere i 300 capelli al giorno, contro i 25-60 che solitamente cadono su un cuoio capelluto normale. La caduta dei capelli stagionale, quella che si verifica dopo il parto o quella legata ad una carenza alimentare, sono tutte cadute dei capelli che arrivano improvvisamente e durano meno di 6 mesi.

I differenti tipi e le cause della caduta occasionale dei capelli

  • La caduta dei capelli stagionale. Come le foglie degli alberi che cadono in autunno, i capelli possono subire una caduta passeggera all’arrivo della primavera o dell’autunno.
     
  • La caduta dei capelli dovuta a stress o a fatica. Di fronte a shock emotivi, stress intenso o ansia, il corpo risponde in modi diversi. La caduta dei capelli può essere uno di questi.
     
  •  La caduta dei capelli dovuta a una carenza alimentare. Quando l’organismo, e quindi anche il cuoio capelluto, manca di vitamine e di minerali, i capelli sono fragili e possono cadere più facilmente. È il corpo che fa suonare il campanello d'allarme: ha bisogno di una dieta sana ed equilibrata, ricca di vitamine, proteine e minerali, come ferro e zinco.
     
  • La caduta dei capelli post parto. Gli ormoni giocano un ruolo sulla durata di vita dei capelli. Ad esempio, è comune vedere un miglioramento della qualità e della crescita dei capelli durante la gravidanza. Da cosa è causato? L’aumento del livello di estrogeni. Ma una volta che la gravidanza finisce, il calo di estrogeni può innescare un cambiamento nel ciclo di vita dei capelli e portare alla caduta degli stessi. Questo fenomeno è noto come caduta di capelli "post-partum".
     
  • La caduta dei capelli dovuta a un trattamento medico. Alcuni trattamenti medici molto pesanti, come quelli contro il cancro (es. chemioterapia o radioterapia), portano spesso a una caduta dei capelli. Questa caduta è temporanea, i capelli ricrescono alla fine del trattamento.

Approfondimento sulla caduta cronica dei capelli

Chiamato telogen effluvium cronico, può comparire a qualsiasi età. La percentuale di donne colpite è nettamente superiore a quella degli uomini. Questa caduta dei capelli può anche verificarsi a causa di febbre alta, emorragie, interventi chirurgici, stress profondo, squilibrio ormonale della tiroide o una dieta ipocalorica. Una volta individuato e rimosso il fattore scatenante, l'evoluzione della caduta cronica è evidentemente più favorevole. Ci vogliono circa 6 mesi per osservare l'inizio della ricrescita e il ritorno ad un normale ciclo di vita dei capelli può richiedere tra i 12 e i 18 mesi*.

Focus: i sintomi dell’alopecia androgenetica

L’alopecia androgenetica è una forma di caduta dei capelli progressiva e cronica (che dura più di 6 mesi). Ma alla fine cosa è l’alopecia? Da cosa è caratterizzata? Sono degli episodi di caduta dei capelli che evolvono verso la miniaturizzazione dei capelli e portano ad una diminuzione della densità capillare**. Al di là dei sintomi dell'alopecia, è importante sapere che essa colpisce dal 70% all' 80% degli uomini durante la loro vita e si verifica generalmente tra i 30 e i 40 anni.

Il meccanismo di comparsa dell'alopecia androgenetica, la cui forma più comune è la calvizie, è ormonale e coinvolge i recettori androgeni presenti nella papilla dermica. Questi ultimi sono notevolmente stimolati dal diidrotestosterone (DHT), il metabolismo attivo del testosterone. La stimolazione dei recettori androgeni da parte del DHT nel follicolo pilifero porta alla miniaturizzazione del follicolo pilifero e alla comparsa di capelli corti e fini. L'alopecia di solito si manifesta gradualmente. Questa alopecia colpisce dal 29% al 42% delle donne e tende a manifestarsi tra i 20 e i 40 anni***. L'origine non è ancora ben nota. La caduta dei capelli giornaliera è generalmente bassa (meno di 100 capelli al giorno), ma le donne sono molto colpite e lamentano un progressivo arretramento dell'attaccatura delle tempie e una diminuzione della massa capillare.

Approfondimento sull'invecchiamento dei capelli o alopecia senile

Questa alopecia si osserva dopo i 60 anni e corrisponde a un diradamento dei capelli, a perdita di densità e di volume dei capelli in persone che non avevano mai avuto problemi di caduta e senza una storia familiare pregressa.

Come rallentare la caduta dei capelli chiamata alopecia?

La gestione della caduta dei capelli rimane una sfida sia per i pazienti sia per i professionisti della salute. Poche alternative terapeutiche sono disponibili. Se si può trattare il telogen effluvium cronico e se la caduta dei capelli occasionale è reversibile, l'alopecia androgenetica può solo essere rallentata. Come? Attualmente, esistono due tipi di trattamenti medici: il Minoxidil e farmaci anti-androgeni, come la Finasteride. Inoltre, è consigliabile rivedere alcuni gesti quotidiani. Quindi, cosa fare in caso di caduta dei capelli?
  • Prima di tutto, non ritardate a consultare un dermatologo, uno specialista della pelle e del cuoio capelluto o il medico di base. Caduta dei capelli occasionale, cronica o alopecia androgenetica e senile? Sarà in grado di fare la diagnosi giusta e quindi di guidarvi il più possibile verso la corretta procedura da seguire in materia di trattamento e di cura.
     
  • A casa, sostituite i vostri trattamenti abituale, che potrebbero essere troppo aggressivi, con una cura capillare più delicata: shampoo, balsamo, lozione anticaduta...L’obiettivo è mantenere la buona salute del vostro cuoio capelluto.
     
  • Allo stesso modo, trattate con la massima delicatezza ai vostri capelli. Rinunciate ai colpi di spazzola vigorosi e alle acconciature strette, che possono strappare i capelli, romperli e farli cadere. Se sentite che i vostri capelli sono indeboliti, smettete di colorarli per un po'
     
  • Tutti i giorni, concedetevi un massaggio al cuoio capelluto. Due minuti sono sufficienti per stimolare il flusso di sangue ai capelli e fornire loro tutte le sostanze nutritive necessarie per la crescita.
     
  • Controllate la composizione della vostra dieta. L’alimentazione gioca un ruolo importante nella caduta dei capelli. Per evitare di cadere, i capelli hanno bisogno di un buon apporto di vitamine e minerali.
     
  • Ai cambi di stagione chiave che sono l’autunno e la primavera, iniziate una cura di integratori alimentari. Sono a base di vitamine e minerali e possono costituire una buona opzione terapeutica aggiuntiva per il loro ruolo essenziale nella fisiologia dei capelli.

*Fonte: Vañó-Galván S1 et al 2019 Skin appendage Disorder
** Fonte: Blume-Peytavi U et al 2018 JEADV
*** Fonte: Blume-Peytavi et al., 2011; Norwood, 1975

Le nostre routine di trattamento

LA MIA ROUTINE
anti-caduta: caduta dei capelli cronica - UOMO

Azione sulla caduta dei capelli cronica ( più di 6 mesi)

SCOPRI QUESTA ROUTINE anti-caduta: caduta dei capelli cronica - UOMO > Mostra la mia routine >

LA MIA ROUTINE
anti-caduta: caduta dei capelli occasionale - DONNA

Azione sulla caduta dei capelli occasionale (dovuta a stress, affaticamento, post-partum, cambio di stagione…)

SCOPRI QUESTA ROUTINE anti-caduta: caduta dei capelli occasionale - DONNA > Mostra la mia routine >

LA MIA ROUTINE
anti-caduta: caduta dei capelli cronica - DONNA

Azione sulla caduta dei capelli cronica

SCOPRI QUESTA ROUTINE anti-caduta: caduta dei capelli cronica - DONNA > Mostra la mia routine >

LA MIA ROUTINE
Anti-caduta dei capelli post-partum

Trattamento efficace per agire sulla caduta dei capelli dopo la gravidanza

SCOPRI QUESTA ROUTINE Anti-caduta dei capelli post-partum > Mostra la mia routine >
Scopri tutte le routines >