I trattamenti che cambiano la tua vita quotidiana

Cosa bisogna sapere sull’eczema?

L’eczema è una malattia della pelle infiammatoria cronica. “Infiammatoria” perché è accompagnata essenzialmente dalla comparsa di placche rosse, “cronica” perché è caratterizzata da un alternarsi di fasi attive (sfoghi o crisi) e di fasi di calma (remissione). Per comprenderne meglio il meccanismo, immaginiamo l’evoluzione dell’eczema come un’onda: quando l’onda si erge per raggiungere il suo punto più alto, si avrà una crisi, quando raggiunge quello più basso, si avrà una fase di remissione. Può dunque accadere che durante una fase di calma non si manifesti alcun sintomo, a parte la pelle secca. Eppure, l’eczema rimane presente, e non risiede “nella testa”. 

L'eczema è contagioso?

L’eczema si manifesta con la comparsa variabile di placche rosse sulla pelle, non contagiose. L’eczema non è una malattia contagiosa, anche se in molti ancora pensano che lo sia, a scuola così come al lavoro. É però molto frequente, ma poco nota alla maggioranza delle persone, visto che c’è ancora chi pensa che si possa prendere stringendo la mano…sta a noi spazzare via questi preconcetti! 

L'eczema atopico

Il termine “eczema” designa in realtà non una, ma diverse malattie della pelle. La più frequente prende il nome di eczema atopico o dermatite atopica. Si tratta di una malattia determinata geneticamente:
  • la pelle presenta dei ‘difetti di tenuta’ e non riesce più a svolgere il ruolo di barriera protettiva
  • gli allergeni o irritanti penetrano più facilmente nella pelle
  • il sistema immunitario diventa iperattivo e sorge una predisposizione alle allergie 
L’eczema atopico riguarda essenzialmente i bambini piccoli, ma può interessare anche quelli più grandicelli e gli adulti. 

Parallelamente, i soggetti affetti da eczema atopico possono sviluppare, nel corso della vita, una sindrome associata che prende il nome di sindrome atopica: allergia alimentare, asma, rinite, congiuntivite.

L’eczema atopico è a tutti gli effetti una malattia che va ben oltre le placche visibili, ed è accompagnata da prurito, disturbi del sonno, necessità di modificare l’ambiente circostante e lo stile di vita, stress per i genitori, difficoltà ad applicare il trattamento… 

L'eczema nell'adulto

Poiché l’eczema atopico è la forma più frequente di eczema, si tende a credere che l’eczema riguardi unicamente i bambini. In realtà, sono molti gli adulti a soffrirne, a volte da diversi decenni. Alcuni imparano a “convivere” con l’eczema, altri continuano a ricercare soluzioni, senza riuscire veramente a trovare un equilibrio della malattia.

Le forme più frequenti nell’adulto sono l’eczema atopico, in particolare sul viso, l’eczema da contatto e l’eczema cronico delle mani. Quest’ultima forma deriva dall’eczema atopico e/o dall’eczema da contatto, associato a ripetute irritazioni cutanee. L’adulto che soffre di eczema teme lo sguardo altrui e preferisce talvolta isolarsi, piuttosto che confrontarsi con gli altri. 

Che cosa è l'eczema della gravidanza?

L’eczema può riguardare chiunque, anche le donne incinte. Nella maggioranza dei casi, l’eczema è già presente e la gravidanza non fa che migliorare o peggiorare le condizioni cutanee. 

Che cosa è l'eczema da contatto?

L’eczema da contatto è una forma ancora diversa di eczema: le placche sono pressoché le stesse che si riscontrano nell’eczema atopico, ma il meccanismo di comparsa è radicalmente diverso. In questo caso, la reazione infiammatoria ha luogo nel punto esatto in cui avviene il contatto tra la pelle e la sostanza allergizzante. Le sostanze incriminate possono essere svariate; a volte sono riconducibili all’ambiente lavorativo, al punto da richiedere l’attribuzione di un incarico differente, o addirittura un riorientamento professionale.

Tra gli altri tipi di eczema, meno frequenti e meno conosciuti, citiamo due esempi, che dimostrano una volta di più come l’eczema non sia un’unica malattia:
  • L’eczema disidrosico, con localizzazione essenzialmente palmo-plantare (mani/piedi), è caratterizzato da piccole vescicole che possono aggregarsi in bolle e infine rompersi;
  • L’eczema nummulare, o eczema discoide, deve il suo nome alle chiazze che assumono la forma di monete, e può essere di origine atopica.

In sintesi

L’eczema è ben più di una semplice malattia della pelle, considerato l’impatto che produce su vita quotidiana, famiglia, lavoro, sonno, relazioni sociali… l’eczema è qualcosa di concreto e non va assolutamente trascurato.

Esistono delle soluzioni: se soffri di eczema, non esitare a consultare un dermatologo per confermare la diagnosi, iniziare il trattamento adeguato e migliorare il follow-up di questa malattia cronica.