I trattamenti che cambiano la tua vita quotidiana

Le zone colpite dalla psoriasi

La psoriasi è una malattia della pelle. Essendo la pelle l’organo non solamente più visibile ma anche il più esteso del corpo umano la localizzazione delle placche psoriasiche è molto variata. Da lesioni più o meno grandi, o più o meno esposte allo sguardo altrui, più o meno fastidiose in tutti i fatti e i gesti quotidiani. In ogni caso, sappiamo che ci sono, che fanno parte di noi per una o addirittura più settimane, il tempo necessario perché faccia effetto il trattamento. La psoriasi può insorgere su tutto il corpo, con delle zone più o meno colpite a seconda delle persone e delle riacutizzazioni.

Psoriasi a placche

Psoriasi dei gomiti, delle ginocchia, della schiena o dei glutei

Prendiamo per primo il caso più frequente, la psoriasi a placche. Le lesioni di questo tipo insorgono essenzialmente all’altezza delle zone di sfregamento: la psoriasi dei gomiti e delle ginocchia è molto nota e molto corrente, la psoriasi del fondo schiena e anche delle natiche, e vi sono anche delle forme di psoriasi a placche che colpiscono il busto, le gambe…Le lesioni sono spesso simmetriche ovvero che si trovano a destra e a sinistra. La psoriasi a placche è relativamente facile da nascondere soprattutto d’inverno quando sono di rigore le maniche lunghe e i maglioni. D'estate, portare pantaloni corti o gonne, tirarsi su le maniche, mettersi in costume: più facile da dire che da fare! Lo sguardo altrui è spesso percepito come interrogante addirittura sospetto.

Psoriasi del cuoio capelluto e delle orecchie

La psoriasi colpisce il corpo ed in particolare la parte superiore del corpo, ovvero il cuoio capelluto e il volto. La psoriasi del cuoio capelluto è molto frequente e particolarmente difficile da vivere sul piano fisico, psicologico e sociale, anche se la superficie colpita è poco estesa e vantaggiosamente nascosta dai capelli. Salvo per il fatto che grattarsi in pubblico non è ben visto, per cui lo si fa discretamente, cominciando da sotto, o si cerca di evitarlo, ma si finisce col cercare si alleviare il prurito grattandosi a piene mani energicamente. Le squame, anche se molto spesse, traversano il cuoio capelluto senza produrre la caduta o la crescita dei capelli. L’idea secondo cui i pazienti affetti da psoriasi perdono i capelli è un preconcetto. Una psoriasi delle orecchie è anche possibile ed è molto fastidiosa quotidianamente anche se la superficie colpita è molto più piccola.

Altre aree colpite dalla psoriasi

La psoriasi del viso

La psoriasi del viso può riguardare la parte alta dal volto (fronte, palpebre), il centro (le alette del naso), il basso (barba) e i lati (guance). I rossori, i pruriti, le squame e la secchezza cutanea comportano una importante sensazione di fastidio, come se si portasse una maschera, un volto rovinato che non è il nostro, una pelle fina e fragile sottomessa all’ambiente e ai fattori scatenanti che contiene. Come complemento del trattamento prescritto dal dermatologo, la ricerca di soluzioni per lenire e nascondere le lesioni è spesso intensa.

Psoriasi delle mani, dei piedi e delle unghie

La psoriasi può anche colpire le mani, essenzialmente i palmi e/o i piedi, essenzialmente la pianta. Questa forma è meno corrente, ma molto fastidiosa. Di fatto, la psoriasi palmo-plantare si compone spesso di placche molto secche, molto spesse, con delle spaccature dolorose. In queste condizioni è difficile camminare e stringere una mano. La psoriasi palmo-plantare non ha nulla a che vedere con la psoriasi ungueale, che come indica il suo nome colpisce in modo specifico le unghie delle dita e/o degli alluci. È una psoriasi frequente, spesso associata ad una forma articolare della malattia. Chiaramente, le lesioni non possono rassomigliare alle placche della psoriasi classica. È presente, infatti, solo un ispessimento, una deformazione, uno scollamento o anche una colorazione dell’unghia, e pertanto un fastidio importante su piano estetico e funzionale.

Psoriasi genitale

La psoriasi non risparmia nessuna parte del corpo… La psoriasi genitale è per molto tempo restata un soggetto tabù, anche negli studi dei dermatologi. Oggi se ne parla sempre di più, per spronare le persone che ne soffrono a parlarne con i professionisti sanitari e con il loro partner. Questa forma di psoriasi colpisce uomini e donne, le placche sono molto rosse e spesso sprovviste di squame per l’umidità locale.

Diverse aree raggiunte contemporaneamente

Le zone colpite sono raramente isolate, ma hanno piuttosto la tendenza di abbinarsi tra di loro. Spessissimo, è la psoriasi a placche che si associa alla psoriasi del cuoio capelluto, del volto, delle unghie…Ma anche altre associazioni sono possibili che non fanno intervenire la psoriasi a placche, come per esempio il cuoio capelluto + le unghie. Inoltre, la psoriasi non è sempre responsabile dell’insorgenza di nuove lesioni: evitare le conclusioni troppo affrettate con il pretesto che la psoriasi è già presente altrove, e consultare al minor dubbio un dermatologo.

Riassumendo, la psoriasi può esser presente in qualsiasi parte del corpo.

Le nostre routine di trattamento

 
La mia routine anti-forfora P.S.O.

Azione sulle placche di forfora secca con arrossamenti e sensazione di prurito

Prova questa routine > La mia routine anti-forfora P.S.O. > Mostra la mia routine >
Scopri tutte le routines >